Challah KAF

Ingredienti: (tra parentesi le dosi che ho usato)

Lievito liquido di segale 10 g. direttamente dal frigo
acqua a temperatura ambiente ml 473 (235)
zucchero gr. 55 (27,5)
olio d semi di arachide gr.55 (27,5)
3 grandi uova, a temperatura ambiente (1,5)
Farina 0 gr.715 (360)
2 cucchiaini da tè di sale (1)
1 uovo, per glassa
1 cucchiaio di acqua fredda, per glassa
semi di papavero o semi di sesamo (opzionale)

h.8.00
In una ciotola, montare lo zucchero con olio. Aggiungere le uova e continuare a battere fino a quando saranno completamente montate e spumose.

Aggiungere lievito, acqua, amalgamare e aggiungere i 440 (220) gr. di farina. Sbattere energicamente per 2 minuti. Questo è un impasto che ha la consistenza di pastella piuttosto che un impasto di pane..

Coprire con pellicola e avvolgere in un panno. Far lievitare fino al raddoppio, o al limite del collasso,deve essere leggero e pieno di piccole bollicine.

h.13.30
Sgonfiare la pasta, aggiungere sale e la farina restante, un po ‘alla volta, fino ad incordatura. Adagiare su una superficie infarinata.
Impastare, aggiungendo la farina (un paio di cucchiai li ha presi), se necessario, fino a quando non si ha una pasta liscia ed elastica.. Mettere l’impasto in una ciotola oliata, rigirando tutta la palla di pasta nell’olio.

Coprire e lasciare fino al raddoppio.

h. 19,45 di ritorno dal lavoro
Girare la pasta su un superficie di lavoro leggermente oliata. Dividere in terzi (io ho fatto una treccia a 6). Formare con ogni terzo una corda di circa 20 centimetri di lunghezza. Affiancare i rotolini in una teglia da forno unta d’olio e iniziare ad intrecciarepartendo dal centro, per ottenere un pane più proporzionato.

Alla fine rigirare le punte sotto l’impasto pizzicando.

Coprire e lasciare puntare per 30 minuti.

Sbattere l’uovo con acqua fredda per glassare.Spennellare leggermente l’uovo sulla treccia e spolverare con semi di papavero o sesamo
un po’ storta….

Cuocere in forno preriscaldato a 200 ° per 40 minuti. Rimuovere immediatamente dal forno e lasciare raffreddare su gratella, per evitare che la crosta si inumidisca



fette…

di un buono incredibile…crosta molto croccante, dentro morbida ma non appiccicosa….una delle cose più buone che abbia mangiato!!!

———————————————————————

questa è la versione “quasi originale”…..con miele e uvetta e semi di papavero….quindi leggermente addolcita….ma poco…perchè il bello del gusto della challah è questo dolce salato che ferma il respiro…..

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in challah, pane e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...