Stoccafisso alla marinara su crostoni di pane

“U l’è u stucchefissu cumme u veniva fau a bordu de bárche a vea, in cu l’azzunta di purensemu e de pumáte fresche”

Si taglia a pezzi 800 g. di stoccafisso spelato e diliscato sommariamente e lo si pesta bene col batticarne. Si mette in un piatto dal bordo alto aggiungendo acqua bollente e tenendovelo una ventina di minuti.

Scolarlo (tenere il liquido), spolverarlo di farina e mettere in casseruola di coccio con abbondante olio extravergine di oliva caldo. Insaporire, aggiungere a freddo mezzo chilo di patate tagliate a cubetti irregolari (qualcuno si disfa in cottura, qualcuno rimane intero), tre spicchi d’aglio, 1 foglia di alloro, un rametto di rosmarino, sale, pepe, olive in salamoia, pinoli e la polpa di due pomodori freschi (io ho usato polpa di pomodori surgelati dell’orto). Coprire con l’acqua dello stoccafisso e far cuocere a fuoco lento per almeno tre ore muovendo spesso per non far attaccare. A 15’ dalla fine della cottura aggiungere prezzemolo tritato. Servire su crostoni di pane tostato.

Ricetta leggermente rivista tratta da “Ricette tradizionali della Liguria” di Lucetto Ramella

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in secondi piatti, secondi piatti con pesce e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...