“Vedrai quando sarai mamma….”

Quante volte, crescendo, ti sei sentita dire questa frase….dopo una discussione… motivando un divieto….o più semplicemente mentre ti spiegavo il perché di certe preoccupazioni che albergavano nel mio cuore…
Poi sei diventata grande…hai imparato a volare…ma quella frase ricorreva…o forse ti rincorreva??!!!
WhatsApp (santa tecnologia!!) ha permesso che tu, a distanza, mi rendessi partecipe di quelle due linee magiche…..di quel mondo che stava cambiando…del tuo diventare due!!!
Tutto ha assunto un significato diverso….quelle quattro parole sono diventate un’affermazione e una negazione del senso di quanto tante volte hai ascoltato….di quanto tante volte ho parlato….
Sono diventate, bimba mia, solo “l’affermazione”: diventerai mamma!!!!
Vorresti gridarla al mondo, vorresti che ti si leggesse in faccia tutte le volte che guardi qualcuno negli occhi e al contempo vorresti viverla in silenzio, rendendone partecipi solo l’uomo che ti ama e che ti è accanto e le persone che ti vogliono bene!!! Vorresti che la tua rotondità fosse già più evidente…vorresti non avere quel pudore superstizioso che ti induce a non parlare…a sussurrare…a rimandare…per paura che,  dicendolo,  possa succedere qualcosa di brutto….
Ma tu sei Chiara….tu sei la mia bimba ormai donna…tu sei la “sua” stella…ti proteggerà fino al termine…e tu sarai mamma!!!!
E’ una gioia talmente grande da non poter essere contenuta, esplode dentro il cuore come un lampo di luce….aspettando ancora una volta che WhatsApp mi regali una immagine ecografica in bianco e nero, leggermente sgranata….o una foto vagamente rossiccia di un immagine tridimensionale di chi terrai tra le braccia tra sei mesi, nell’attesa che tu arrivi in ferie…e che io possa appoggiare una mano sul tuo ventre e parlare con mio nipote!!!
Chiudo gli occhi e mi lascio avvolgere da un misto indescrivibile di ansia e felicità…e voglia di averti vicina…più vicina di quanto tu sia….rendendomi conto che questa volta l’amore, il grande amore che proviamo, non riesce a colmare la distanza che ci separa….
Sei sempre in ogni mio pensiero….e vorrei che ti arrivasse tutto il senso di questi colori allegri….di questo aroma di caffè e cioccolato….della dolcezza del dulce de leche e della sofficità del cupcake….e ti arrivasse il ricordo di quel buffo pupazzo un po’ consunto che stava nella tua culla e che non ho mai buttato…vorrei che ti arrivasse il perché non sono colori pastello….il perché tutto deve essere così: allegro, colorato, profumato e dolce!!!!
Chiara avrà un bambino….e tutto il mondo cambierà…tutto il mondo sarà diverso…tutto il mondo per un attimo si fermerà per noi…perchè…”vedrai….quando sarai mamma…. “ ♥♥♥

Moka Cupcake Starbucks
Ingredienti per 15 cupcakes:
250 ml. ca caffè all’americana
28 g. cacao amaro in polvere
175 g. farina 00 debole
½ cucchiaino bicarbonato di soda
¼ cucchiaino lievito in polvere per dolci
1 presa di sale
110 g. burro a t.a.
200 g. zucchero semolato aromatizzato alla vaniglia
1 ½ uova intere

250 g. circa di dulce de leche

Sciogliere il cacao nel caffè caldo e far raffreddare completamente. Setacciare insieme la farina e le polveri lievitanti. Montare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova poco per volta continuando a montare, aggiungere la farina alternandola al caffè in quattro volte. Inserire l’ultima dose di farina e farla incorporare all’impasto senza miscelare troppo a lungo. Versare nei pirottini e cuocere in forno già a 175° per 25’ circa, di cui gli ultimi 5’ col forno a fessura (saranno cotti quando inserendo uno stecchino uscirà leggermente umido, ma pulito). Far raffreddare completamente, incidere dei piccoli coni, riempire l’incavo con il dulce de leche, ritagliare un disco dal cono e chiudere il cupcakes. Decori MMF

Ricetta da backingdom.com…..con l’inconsapevole complicità del libro “Dance dance dance” di Murakami Haruki! 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dolci, pasticci e decori e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a “Vedrai quando sarai mamma….”

  1. Valeria Ronsivalle ha detto:

    Mi hai dato i brividi…ancora una volta !
    E per la prima volta sono senza parole ……e ce ne vuole con me 😉
    In bocca al lupo per questa nuova avventura, e aspetto notizie anch’io, so bene che significa avere e crescere un figlio lontano dai propri affetti, ed ancora, a quasi 9 anni di distanza, non me ne capacito, perchè un nipote ha il diritto di avere accanto i suoi nonni, e viceversa, ma la vita è strana a volte…..
    Ma sono sicura che tu troverai il modo di colmarle quelle distanze, prodiga come sei di amore e di voglia di dare.
    Ooops, avevo detto di non avere parole ?
    Un bacio, Valeria

    • gi ha detto:

      valeria….se solo potessi pensare di lasciarti senza parole smetterei all’istante di scrivere!!!! sapevo che, se fossi arrivata a questa pagina, avresti capito….e avresti portato a galla tutto quello che nel profondo del mio animo sto vivendo e hai vissuto….tu come figlia e madre…io come madre…e più in là come nonna….
      oddio….nonna Gi….mi suona così strano!!!! mi ricorda “il cestino di nonna jo”, che lessi da bambina…quanto mi piaceva jo….il suo animo ribelle…e nel contempo il suo attaccamento profondo alla famiglia!!!!
      Ecco…dovevo risponderti e siamo arrivate a “piccole donne”!!!!! 🙂 ….meglio che mi fermi prima che la parola decolli e non mi fermi più!!! 😉
      ti abbraccio forte con affetto!!!
      …è sempre un enorme piacere leggerti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...